Tu sei qui

Patto di corresponsabilità educativa

(Art. 3 D. P. R. 21 novembre 2007, n. 235)

Il genitore/affidatario e la scuola nelle figure del Dirigente Scolastico e dei docenti
- Visto l’art.3 del DPR 235/2007
- Vista la delibera del C.d.I. 08/10/2018

preso atto che:

  1. LA COMUNITA’ SCOLASTICA
    La formazione e l’educazione sono processi complessi e continui che richiedono la cooperazione, oltre che dell’alunno/studente, della scuola, della famiglia e dell’intera comunità scolastica
  2. LA SCUOLA COME COMUNITA’ ORGANIZZATA
    la scuola non è soltanto il luogo in cui si realizza l’apprendimento ma una comunità organizzata dotata di risorse umane,materiali e immateriali, tempi, organismi ecc che necessitano di interventi complessi di gestione,ottimizzazione,conservazione, partecipazione e rispetto dei regolamenti;

sottoscrivono il seguente patto educativo di corresponsabilità

  1. IL RAPPORTO SCUOLA-ALUNNO-FAMIGLIA
    Il rapporto scuola-alunno-famiglia costituisce il fondamento su cui si basa l’impegno formativo e l’ambiente entro il quale si realizza la transazione educativa. Alla promozione ed allo sviluppo di questo rapporto genitori, studenti ed operatori dedicano impegno particolare i cui tratti essenziali sono richiamati nei punti che seguono.
  2. REGIME DI RECIPROCITA’ NEI DIRITTI E DOVERI
    Le carte fondamentali d’istituto ( regolamento d’istituto, Piano dell’Offerta Formativa, programmazioni ecc) contengono una o più sezioni nelle quali sono esplicitati i diritti e doveri dei genitori/affidatari, diritti e doveri degli alunni e diritti e doveri degli operatori scolastici.
  3. IMPEGNI DI CORRESPONSABILITA’
    Il genitore, sottoscrivendo l’istanza d’iscrizione, assume impegno:
    a) ad osservare le disposizioni contenute nel presente patto di corresponsabilità e nelle carte qui richiamate
    b) a sollecitarne l’osservanza da parte dell’alunno/studente.
    Il dirigente scolastico, in quanto legale rappresentante dell’istituzione scolastica e responsabile gestionale assume impegno affinché i diritti degli studenti e dei genitori richiamati nel presente patto siano pienamente garantiti.

GLI ALUNNI DOVRANNO:

  • rispettare il dirigente scolastico, tutto il personale della scuola ed i compagni;
  • portare sempre il materiale didattico occorrente;
  • non portare soldi ed oggetti di valore;
  • rispettare la struttura e  l’arredo scolastico, eventuali danni dovranno essere risarciti;
  • usare un linguaggio consono ad un ambiente educativo nei confronti dei docenti, dei compagni, del personale ausiliario;
  • adottare un comportamento corretto ed adeguato alle diverse situazioni;
  • accettare, rispettare, aiutare gli altri ed i diversi da sé comprendendo le ragioni dei loro comportamenti.
  • non portare a scuola il telefono cellulare o altro device, salvo specifica autorizzazione;
  • mantenere un comportamento corretto durante il cambio dell’ora e all’uscita;
  • evitare atteggiamenti provocatori e/o di sopraffazione nei confronti dei compagni
  • essere attenti alle proposte educative dei docenti
  • essere disponibili a partecipare e a collaborare

I GENITORI  SI IMPEGNANO A

  • Instaurare un dialogo costruttivo con i docenti, rispettando la loro libertà d’insegnamento e la loro competenza valutativa;
  • partecipare agli incontri organizzati dalla scuola per i genitori;
  • esprimere una  “ genitorialità  sociale” dentro e fuori la scuola, con un atteggiamento cooperativo che favorisca nei ragazzi la cura verso se stessi e i compagni più fragili e dove sia percepibile l’intreccio genitori-insegnante-studente;
  • riconoscere la figura docente come “  alleato “ nel perseguire la formazione e l’educazione  del proprio figlio ( disponibilità al colloquio, al confronto propositivo e alla collaborazione nelle situazioni quotidiane e in relazione a possibili problematiche)
  • controllare e responsabilizzare il figlio nell’organizzazione di tutto il materiale necessario per la sua permanenza nella classe ( libri, attrezzatura didattica...)
  • segnalare puntualmente  particolari situazioni di salute dell’alunno ( dati sensibili gestiti secondo le modalità della privacy)
  • Intervenire con senso di responsabilità, rispetto ad eventuali danni provocati dal figlio a carico di persone, arredi, materiale didattico, anche con il recupero e il risarcimento del danno.

I DOCENTI SI IMPEGNANO NEI CONFRONTI DEGLI ALUNNI  A :

  • realizzare i curricoli disciplinari e le scelte progettuali, metodologiche e pedagogiche elaborate, tutelando il diritto ad apprendere;
  • favorire momenti d’ascolto e di dialogo;
  • incoraggiare gratificando il processo di formazione di ciascuno;
  • favorire l’accettazione dell’ “altro” e la solidarietà;
  • promuovere le motivazioni all’apprendere;
  • far acquisire una graduale consapevolezza nelle proprie capacità per affrontare, con sicurezza, i nuovi apprendimenti;
  • favorire l’acquisizione ed il potenziamento di abilità cognitive e culturali che consentono la rielaborazione dell’esperienza personale;
  • favorire un orientamento consapevole e positivo delle scelte relative al futuro degli alunni;

Per la scuola
Il Dirigente Scolastico
Prof. Rita FUMAGALLI

 

AllegatoDimensione
PDF icon patto_educativo_di_corresponsabilita.pdf533.22 KB

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.65 del 20/03/2019 agg.29/03/2019